Aerei-Italiani.net  Articoli Storici

Aeroplano da ricognizione strategica e da combattimento "Ro.37"

 







RO.37 Foto 1

 

Il Ro. 37 è un apparecchio da ricognizione strategica c da combattimento, biplano, monomotore, biposto. Può venire montato normalmente sia con motore Fiat A.30 R. A. raffreddato ad acqua, che sviluppa 550 C. v. a 3000 m., sia con motore stellare Piaggio P. X. R., raffreddato ad aria, che sviluppa 700 c. v. a 1000 m. Può venire montato anche con motore Piaggio P. XI Re. 30 a doppia stella, della potenza di 950 c. v. a 3000 m. oppure con motore Gnòme -Rhòne « Mistral Major» 14 Kirs, della potenza di 870 c. v. a 3200 m.

Il « Ro. 37 » possiede una notevole autonomia, una elevata velocità orizzontale, con una ragguardevole velocità di salita ed un'ottima maneggevolezza, che unita all'elevato coefficiente di robustezza (14,5), gli consente di compiere qualsiasi evoluzione acrobatica. Il Ro. 37 con motore Fiat A. 30 R. A. sviluppa una velocità di 318 km/h a bassa quota e di 335 km/h a 3000 m., sale

a 6000 m. in 16' ed ha un'autonomia. con carico normale di 835 kg. ed alla velocità di 280 km/h, di 1500 km. Con motore Piaggio P. X. R. esso sviluppa una velocità di 310 km/h a bassa quota e di 30Q a 2000 m., sale a 6000 m. in I8~2" ed 1m un'autonomia, con lo stesso carico utile di 835 kg. ed alla velocità di 260 km/h, di 1350 km. La sua velocità di atterramento è 110 km/h. L'autonomia a serbatoi pieni è di 1750 km. con il motore Fiat; di 1600 con il motore Piaggio. misura massima delle ali superiori m. 11,08, delle inferiori m. 9,39; superficie portante totale m. 231,36; lunghezza massima dell'apparecchio m. 8,62 con motore Fiat, m. 8,56 con motore Piaggio Peso a vuoto kg. 1450.


L' apparecchio è a doppio comando. I posti dell'equipaggio, dei quali quello del pilota è situato anteriormente, sono del tipo aperto.

Il parabrezza del pilota è costituito da tre ampi pannelli in vetro, che consentono una perfetta visibilità in ogni senso. Tra il posto dell'osservatore e quello del pilota è sistemata una protezione fissa a copertura trasparente, che permette dirette comunicazioni tra i due componenti dell' equipaggio e costituisce all'estremità posteriore un deflettore di protezione dell'osservatore.

Invece della disposizione suddetta i posti dell'equipaggio possono venire protetti da una cabina chiudibile, completamente trasparente, costituita da un parabrezza anteriore, da una parte centrale fissa, entro cui può rientrare, scorrendo su guide longitudinali, la parte posteriore, e da due pannelli scorrevoli entro guide trasversali tra il parabrezza e la parte centrale. Detti pannelli sono regolabili indipendentemente in altezza, in modo che è possibile con uno di essi creare un riparo ove meglio aggrada, oppure con tutti e due chiudere completamente il posto del pilota.

Entrambe le sistemazioni consentono facilmente l'eventuale lancio con paracadute.


Il posto dell'osservatore è fornito sulle due fiancate di finestrini apri bili con deflettori e sul fondo di un ampio finestrino fisso con vetro di sicurezza, che consentono comode ed ottime possibilità di osservazione.

Il sedile del pilota è regolabile in altezza a terra. Quello dell'osservatore, a schienale ribaltabile, può venire fissato in volo a due diverse altezze, è girevole intorno al proprio asse verticale e può rotare verso la fiancata destra, in modo da lasciare completamente libera la parte centrale della fusoliera in corrispondenza del posto dell'osservatore.

Per il volo ad alta quota è prevista l'installazione dell'inalatore di ossigeno sia per il pilota sia per l'osservatore.

La cellula del « Ro. 37" è biplana scalata, con ali a pianta rettangolare rastremata all'estremità e profilo biconvesso tipo Romeo.
L'ala superiore ha un diedro trasversale di 2°, ed un diedro in pianta di 2°30'.

Essa è costituita da un pianetto, sostenuto da montanti ed irrigidito da crociere, e da due semiali. L'ala inferiore è formata da due semiali incernierate direttamente alla fusoliera. Le ali sono collegate da montanti esterni e da crociere di tiranti lenticolari. I montanti sono in tubo di acciaio al Cr-Mo; i tiranti in acciaio ad alta resistenza.



 

Aeroplano da ricognizione strategica e da combattimento "Ro.37"

Correva l'anno 1936 Vi proponiamo un articolo apparso su "L'Aerotecnica" 10 fascicolo:









RO.37 Foto 4






RO.37  Foto 2







RO. 37 Foto 3








RO.37 Foto 5